Tra biofeedback e realtà virtuale

Da diversi anni il Dott. Vicelli svolge il ruolo di docente al Master in psicologia dello sport ASI, su argomenti quali l’allenamento della concentrazione, la gestione delle emozioni, lo strumento delle visualizzazioni polisensoriali, neuro-biofeedback e altri strumenti tecnologici.

Il neuro-biofeedback è uno strumento che permette all’atleta di visualizzare in tempo reale le variazioni di alcuni parametri psico-fisiologici, ad esempio la conduttanza cutanea, l’attivazione muscolare, la variabilità cardiaca. In questo modo, l’atleta può avere l’occasione in primo luogo di rendersi consapevole del suo funzionamento emotivo, poi imparare a gestire queste variabili.

Nell’edizione 2020 il Dott. Vicelli ha presentato ai partecipanti i più recenti sensori indossabili e alcune attività con la realtà virtuale (Oculus). Le applicazioni della realtà virtuale alla psicologia, e in particolare alla psicologia dello sport, sono davvero interessanti, anche perché permettono di portare l’atleta fuori dal suo normale contesto di allenamento.

Modulo neuro-biofeedback, condotto dal Dott. Angelo Vicelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.